Marzo è il mese in cui si apre la stagione della primavera: le temperature finalmente si alzano, le giornate si allungano e il sole inizia a scaldare un po’ di più le piante che riprendono a vegetare rigogliose. Per molto aspetti, è un mese molto più importante per le operazioni di semina piuttosto che per quelle di raccolta, visto che molti frutti hanno bisogno di caldo per maturare.

È proprio grazie a questo tempo di semina accurata che poi possiamo goderci i buonissimi frutti che la stagione estiva ci regala.

La natura, in questo, ci insegna un ritmo bellissimo: ci insegna a seminare bene per raccogliere meglio e ci insegna il tempo dell’attesa. Un tempo che invece noi, il più delle volte sottovalutiamo.

Eppure, in questo marzo 2020 molto più degli altri anni, siamo chiamati a dargli valore.

Ci viene chiesto di seminare bene le nostre azioni, per raccogliere un futuro migliore di quello che ora questo virus ci fa vivere. Ci viene chiesto di fermarci e di rallentare. Senza paura o allarmismo, ma con assoluta consapevolezza e responsabilità.

In questo suo ritmo perfetto, la natura ci offre anche un raccolto a marzo. Non è molto differente da quello che abbiamo visto nei mesi precedenti, ma di certo possiamo trovarci qualcosa che ancora non abbiamo sperimentato. Allora perché non utilizzare proprio questo tempo per farlo? Potrebbe essere proprio l’occasione giusta per provare nuovi sapori e ricette, per utilizzare tutti quegli alimenti che richiedono qualche ora di preparazione (ad esempio i legumi con l’ammollo) e per dedicare tempo ad una cucina più elaborata.

Perciò, ecco la lista della spesa di marzo:

 

Verdure di stagione: asparagi, biete, broccoli, carciofi, carote, cicoria, cime di rapa, finocchi, radicchio, sedano, rapa, spinaci, verze

Frutta di stagione: arance, kiwi, limoni, mandarini, mele, pere, pompelmo

Tuberi e radici: patate, topinambur

Pesce: acciughe, calamari, gamberetti, nasello, polpo, scampi, seppie, sgombro

Spezie ed erbe aromatiche: porro, prezzemolo

 

Non è certo con le ricette che sconfiggiamo questo brutto periodo, ma con le buone azioni sì. E stare in casa ora è sicuramente una buona azione, per noi e per i nostri a cari. Approfittiamone per regalarci qualche buon piatto al ritmo delle stagioni.

Share This