La camomilla (Matricaria chamomilla) è una pianta erbacea della famiglia delle Asteracee. Della camomilla si raccolgono i fiori che si usano sia freschi che essiccati, soprattutto messi in infusione per creare delle ottime tisane rilassanti.

Si dice che le proprietà della camomilla siano innumerevoli, prima tra tutte quella di essere un buon calmante, sia nei disturbi del sonno dove agisce come leggero sonnifero, sia nei disturbi d’ansia dove si comporta come un leggero sedativo.

Ma è davvero così? La risposta, come spesso accade, è un grande dipende.

Ci sono effettivamente degli studi che confermano queste sue attività, ma sono studi spesso molto diversi tra loro e poco riproducibili. Questo, quando si parla di scienza, rende sempre difficile una risposta univoca e affermativa. Molto potrebbe dipendere dalla percezione persona e quindi dall’effetto placebo, molto dal fatto che l’azione della camomilla sembra essere particolarmente diretta a lenire i disturbi di origine nervosa che si manifestano nello stomaco e nell’intestino (crampi allo stomaco e tensione addominale) e quindi può essere intesa come calmante in quanto calma alcuni sintomi di origine nervosa favorendo il rilassamento.

Quello che sappiamo, però, è che questi suoi effetti calmanti vengono meno se la utilizziamo nel modo sbagliato: non tutti sanno che tenere la camomilla in infusione per più di 2 minuti determina un effetto completamente opposto, eccitante, come un buon caffè bevuto al mattino. In più, deve essere consumata almeno un’ora prima di andare di andare a dormire per dare tempo al principio attivo di sprigionare i suoi effetti. In fin dei conti, anche questo deve essere un vero e proprio rito.

È bene evitare le camomille solubili che il più delle volte contengono il 99% di zuccheri e un solo 1% di camomilla: non solo per una questione puramente nutrizionale, ma soprattutto perché in questo caso l’effetto sarà sicuramente irrilevante nonostante tutti gli accorgimenti.

Insomma, non si hanno tante certezze sulla camomilla e sui suoi effetti sul sonno… ciò non toglie che può essere una coccola perfetta per rilassarsi a fine giornata, l’importante, però, è farla bene!

Share This